ON-SITE PCR COVID-19 DIAGNOSTIC SYSTEM

RT-PCR Real time On-Site portatile – Test molecolare Covid-19

Il dispositivo diagnostico in vitro SHINEWAY SWM-01, già segnalato dal Ministero della Salute con la circolare del 3 Aprile 2020 nel pieno della prima ondata di epidemia, è tra gli apparati di TEST MOLECOLARE PER CORONAVIRUS. Tale tecnologia di PCR è ancora oggi considerata dall’OMS e dall’ISS la sola metodologia di screening rapido effettivamente  affidabile per la refertazione del virus SARS-CoV-2 ,in quanto basata sull’identificazione dell’RNA virale mediante prelievo con tampone direttamente nelle secrezioni respiratorie e diagnostica molecolare (RT-PCR).

Sposta il tuo laboratorio sulla prima linea dell’epidemia! 

Lo strumento inventato all’Università di Hong Kong per far fronte allo scoppio dell’epidemia di SARS CoV-2 a Wuhan in Cina e protetto da numerosi brevetti, grazie alla sua compattezza ed alla rapidità di analisi è la soluzione ideale per lo screening in prima linea in condizioni di emergenza, anche al di fuori delle strutture dei laboratori clinici di riferimento che possono non disporre di spazi strutturali permanenti ma che richiedono strumentazione compatta, leggera e facilmente trasportabile in prossimità del paziente per l’esecuzione immediata di test analitici. 

PCR SHINEWAY SWM-01

CONFIGURAZIONE STRUMENTALE

POINT OF CARE TESTING (POCT)

Il risultato del test (in pooling fino a 18 tamponi in contemporanea)
è disponibile in meno di 90 min.

Reagenti per SCREENING DIAGNOSTIC GRADE 

Vantaggi della PCR portatile per screening rapido in tempo reale

RAPIDITA’

Risultati affidabili
in meno di 50 min

PORTABILITÀ. 

Facile da trasportare. 
Peso < 3kg

PRECISIONE

Accuratezza del 99%

ECONOMICO  

Prezzo competitivo sul mercato 

Indice Tecnico Valore
Tecnologia
Lab on chip - Tecnologia microfluidifica
Intervallo di controllo della temperatura
40-105°C
Velocità massima di riscaldamento
≥1,5 °C/s (up to 20 °C/s)
Precisione della temperatura
±0,5°C
Uniformità della temperatura
±1°C
Intervallo del volume di reazione
12μL reaction volume - 3 parallel reaction
Canale di fluorescenza
FAM
Alimentazione elettrica
AC 100-240 V 50/60 Hz
Peso netto
<2.5kg
Dimensione
330mmx250mmx180mm
Interfaccia del segnale e archiviazione dei dati
Memoria interna, USB
Software di analisi
Incluso
Pooling Technology

L’analizzatore SWM-01 è stato originariamente prodotto per scopi di screening in Cina, nella prima crisi epidemica di Covid-19. Specificamente progettato per lo screening di massa consentiva l’analisi fino a 27 pazienti in una singola seduta (in un chip da 3 canali venivano analizzati 9 pazienti per canale). In questa modalità, la sua velocità e capacità di analisi dei tamponi non avrebbe eguali consentendo di risparmiare enormi quantità di tempo e reagenti. Oggi il virus, come riportato in numerosi studi scientifici, nel diffondersi in molti paesi ha subito molte mutazioni. Tra i numerosi effetti di questi, c’è una carica virale eterogenea e ridotta. Poiché la carica virale è uno dei parametri fondamentali che identificano la possibilità di trovare il virus mediante un’analisi PCR, le strategie di polling sono state rivisitate in base alle diverse situazioni e posizioni geografiche. In ogni caso, questo approccio offre ancora oggi in molti casi l’opportunità di operare con una strategia vincente di screening in casi asintomatici, come nell’esempio in figura, per l’analisi contemporanea di un numero comunque alto di campioni (ad es. 6 per canale, validato dal Centro Covid COROnet di Viterbo – Regione Lazio.

Nel caso tutti i pazienti siano negativi al test, è sufficiente una singola analisi, altrimenti, i canali che mostrano la positività dovranno essere ulteriormente analizzati come da figura.

Test positivo

Test negativo

Il protocollo ENEA

Il protocollo messo a punto in collaborazione con ENEA “Divisione Tecnologie e metodologie per la salvaguardia della salute”, con cui la nostra Società ha un accordo di collaborazione per lo sviluppo di nuove tecnologie di diagnostica medica, è stato validato e impiegato da numerosi Centri Covid in Italia che lo hanno sperimentato su migliaia di Pazienti. Tale protocollo prevede l’estrazione automatica dell’RNA con particelle magnetiche e l’amplificazione con la PCR SHINEWAY mediante un microchip a 3 canali nei quali vengono inseriti in pool più pazienti. I risultati dell’analisi, mantenendo un’elevata sensibilità, sono così disponibili: da 3 a 9 pazienti contemporanei in 50 minuti  e fino a 18 pazienti in 80 minuti, in funzione della strategia di screening, con notevoli vantaggi in termini di velocità e di risparmio economico sui reagenti.

Screening Rapido
La Ricerca
Test Eseguibili
Certificazioni